Modifica pagina sezione

In orientamento il testing non dev’essere diagnostico: se la formula “la persona giusta al posto giusto” è quanto mai superata in ambito organizzativo, lo è a maggior ragione nell’orientamento. Il test dev’essere visto e utilizzato come raccolta d’informazioni su di sé e come elemento di un processo più articolato di potenziamento della persona di fronte alla scelta scolastica o professionale.

Quello che segue è il catalogo di strumenti per l’orientamento più ampio e valido oggi in Italia: rivolti sempre alla persona, possono essere utilizzati efficacemente con il supporto del professionista, psicologo o orientatore.

L’orientamento è, come l’apprendimento, un processo continuo che si avvale di strumenti e metodologie diverse.

Fra questi, vi sono attività strutturate in percorsi di formazione e potenziamento (non a caso si parla di “orientamento formativo”), volte, ad esempio, a sviluppare nella persona la capacità decisionale e combattere tanto la tendenza alla procrastinazione quanto la frustrazione che emerge dallo stato cronico di indecisione.